fbpx
COACHING E COMPORTAMENTI TOSSICI

COACHING E COMPORTAMENTI TOSSICI

INTRAPPOLATI NELLA NOSTRA GABBIA DEI PENSIERI

COACHING E COMPORTAMENTI TOSSICI

Noi tutti viviamo, a volte, non usando i doni e il potenziale enorme racchiuso in noi.

Si parla tanto di ecologia, ambiente, ma quasi come se fossero cose altre da noi.

Noi in primis, come persone, siamo un sistema complesso, un  ambiente! Mantenerlo “sano”  è nostra responsabilità, per noi e chi ci sta intorno. Putroppo a volte ci nutriamo non solo a livello fisico, con elementi tossici, senza rendercene conto. Come mai magari ci preoccupiamo di alimentarci con cibi sani e magari non ci rendiamo conto che nutriamo la nostra mente, i nostri stati d’animo, con pensieri tossici? Come mai instauriamo relazioni tossiche per noi?

Eventi, storia personale, educazione, istruzione, ci condizionano. Raramente veniamo portati a ragionare sui nostri talenti, eppure sappiamo, come coach e formatori, che tutti ne possiedono! Come mai spesso, vediamo persone che adottano comportamenti tossici o si “inquinano” con relazioni, rapporti personali o di lavoro, che finiscono e poi ripartono con nuove situazioni, nuovi partner, ma nel giro di qualche anno, si ritrovano da punto a capo?

COAZIONE A RIPETERE

Siamo prigionieri in una gabbia di pensieri a volte autosabotanti, che noi stessi costruiamo e alimentiamo ogni giorno, con credenze limitanti su di noi. Non sono gli eventi che abbiamo vissuto, tutti ne abbiamo vissuti, ma il castello di pensieri che vi costruiamo sopra. Come il criceto nella gabbia. Ciò che fa la differenza non è l’evento, ma come noi gestiamo l’evento.

Albert Bandura, nella sua teoria dell’apprendimento sociale, concettualizza “l’agentività umana”; parlando di autoefficacia, la definisce come “la capacità di agire attivamente e trasformativamente nel contesto in cui si è inseriti”.

Secondo Jung figure parentali e non solo  influenzano  il destino e stigmatizza il trascorrere “coattivamente la vita intrappolati…”, attraverso la coazione a ripetere esperienze infantili e rimanda all’archetipo: “ho chiamato archetipo, il modello istintuale preesistente, ossia il pattern of behaviour”

L’essere umano si è evoluto grazie alla sua capacità di trasformare la realtà che lo circonda, non solo di adattarsi ad essa. Il modo equilibrato, ecologico (Verso un’ecologia della mente, Gregory Bateson 1972)

Viviamo intrappolati, a volte in un labirinto, una sorta di “The Truman Show” di cui non ci rendiamo conto, fino al momento in cui la vita, un’esperienza o un percorso evolutivo, di coaching o altro, non ci porta a vedere la realtà con occhi nuovi.

Noi accettiamo la realtà così come si presenta, è molto semplice “The Truman Show”  di Peter Weir. Aggiungerei come si presenta ai nostri occhi, alla nostra mappa mentale, alla nostra rappresentazione della realtà. Siamo prigionieri di una visione del mondo che ha confini ristretti. Come Truman, le pareti di questo mondo, i confini, sono definiti dalla nostra percezione e visione, limitata dal fatto che vediamo solo ciò che vogliamo vedere. Vediamo solo ciò che conferma e avvolora la nostra visione.

Se la nostra vita fosse un film, iniziando a farci carico della  Responsabilità, potremmo vedere che quasi sempre di questo film siamo sceneggiatori, autori, registi e attori. Il ruolo che abbiamo interpretato sino ad ora ce lo siamo assegnato, o ce l’hanno assegnato, ma se decidiamo di non cambiarlo, la responsabilità da ora in poi è nostra, questo fa il coaching.

Può darsi non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non farete nulla per cambiarla.

Martin Luther King

Sono confini fittizi, la nostra paura è autoreferenziale, è una paura che noi stessi costruiamo. E’ la paura di ciò che abbiamo dentro.

Il nostro orizzonte è limitato perché noi decidiamo, ogni mattina, fin dove possiamo vedere, avendo già deciso fin dove VOGLIAMO  vedere.

Questo è il problema delle relazioni, spesso anche in amore. Cambiamo gli attori, senza accorgerci che non abbiamo cambiato il copione.

A.S. Team Crea

Con le Scuole Crea a Milano, Bologna, Padova, Firenze e Catania, puoi diventare un Coach professionista riconosciuto AICP. (Associazione Italiana Coach professionisti) Crea ha inoltre intrapreso il percorso di riconoscimento delle sue scuole con ICF (International Coach Federation).

COACHING E LEADERSHIP

COACHING E LEADERSHIP

COACHING E LEADERSHIP. UNA PERSONA PUO’ CAMBIARE IL MONDO.

Coaching e leadership…. stai pensando o hai valutato di fare un corso o workshop di leadership, dove ti insegneranno le tecniche e i segreti per essere un buon leader? Magari sponsorizzato dalla tua azienda.

Non farlo. Rischi di sprecare tempo e denaro. Le tecniche ci sono, gli esercizi ci sono, le conoscenze e competenze ci sono, ma ciò che deve cambiare sei tu.

Pensa al tuo prato. Prova a comprare un bel sacco delle migliori qualità si semi di erba da giardino e magari pure del fertilizzante. Poi vai e semina il tuo giardino, immaginatelo bello, verde  splendente.

Se il risultato non sarà un prato spelacchiato, sarà stata questione di fortuna. Il motivo? Non hai arato il tuo terreno prima, preparandolo ad accogliere i semi, pur buonissimi.

COACH YOUR LIFE, ALLENA LA TUA VITA

A chi ti ha detto di mollare, di non essere un sognatore, alla voce dentro di te che continua a dirtelo, ricorda che la leadership è dentro di te, selfempowerment, autopotenziarti, senza dipendere da altri, è alla tua portata. Devi decidere di cambiare. Scoprire cosa vuoi veramente, non cosa devi fare. Conoscere te stessa/a, capire chi sei davvero.

Quando sai chi sei, riesci a trasmetterlo, oltre le parole e le persone sentiranno di potersi fidare di te. Questo è il primo passo per essere un leader.

FELIX BAUMGARTNER

Il 20 aprile del 1969 nasceva a Salisburgo un bambino come tutti gli altri. A cinque anni disegnava come tutti i bambini, sognando ad occhi aperti.

Il piccolo Felix disegnò quello che vedete qui, se stesso che volava (col paracadute), il sole che sorride, genitori e fratellini, grandi più della casa, insomma il tipico disegno dei bambini sereni e dei loro sogni.

COACHYOURLIFE

Felix crescendo non abbandonò i suoi sogni. Chissà quante centinaia di volte gli avranno detto, come a tutti noi probabilmente è capitato da bambino e crescendo, lascia perdere! Ma chi te lo fa fare! Sei matto? Dove vuoi andare! Molti lo avranno fatto in buona fede, pensando in modo errato al nostro bene. Alcuni lo hanno fatto e lo faranno in mala fede.

Felix da adulto diventò stuntman,  uno sportivo, un base jumper e paracadutista.

E cominciò  a collezionare una serie di record, imprese che nessuno aveva mai compiuto.

Imprese impossibili……, prima di lui.

Nel 1999, a Kuala Lumpur in Malesia, saltando dalle Petronas Towers stabilì il record mondiale di salto con il paracadute più alto da un edificio.

Quattro anni più tardi, il 31 luglio del 2003, attraversò il Canale della Manica – prima persona al mondo – indossando una tuta alare in fibra di carbonio.

Dopo aver realizzato a Rio de Janeiro il Base jump più basso al mondo, balzando dalla mano della statua del Cristo Redentore, il 27 giugno del 2004 Felix diventa la prima persona al mondo a saltare dal viadotto di Millau, situato in Francia, mentre due anni più tardi stabilisce lo stesso primato in Svezia, a Malmo, gettandosi dal Turning Torso. Tra un record e l’altro, il 12 dicembre del 2007 salta dal Taipei 101, all’epoca l’edificio più alto del mondo, da poco meno di quattrocento metri d’altezza.

UNA PERSONA PUO’ CAMBIARE IL MONDO. .

IL POTERE DELLE SCELTE

Coachyourlife. Può una decisione, la scelta di una persona, può cambiare il mondo?

E infine, prima di ritirarsi a vita tranquilla, infrange il record dei record.

Con Red Bull Team il 14 ottobre 2012 si lancia da un’altezza di 128.177 piedi, pari a 38.969 metri, arrivando a un picco di velocità di 1.357 chilometri orari, stabilendo il record di primo uomo che infrange così la velocità del suono.

Una volta arrivato a terra, la missione porta con sé tre record:

la massima velocità ottenuta da un individuo in caduta libera;

la massima altezza di un lancio da un pallone aerostatico;

la massima altezza cui un pallone aerostatico con equipaggio sia mai arrivato. Così Felix Baumgartner entra nella storia.

La sua impresa viene trasmessa in diretta da tutte le reti mondiali. Con il suo gesto ispira e ispirerà, probabilmente e pedagogicamente, milioni di persone, di giovani, a inseguire i loro sogni, a non mollare, mai.

Se sei arrivato fin qui a leggere, condividi questo articolo, questa storia, qualcuno che non la conosceva, forse tu stesso, ne potrebbe trarre ispirazione.

Ogni volta che scegli consapevolmente, hai in mano il potere immenso di dare una svolta, magari inaspettata alla tua vita.

HAI UN POTERE IMMENSO

Perchè è importante ciò che ha fatto Felix? Perchè ci insegna a non mollare, ci autorizza a sognare e ci insegna che i nostri sogni possono diventare realtà. Autorizza un giovane a non sottostare agli stereotipi, a continuare a credere e farsi guidare dai suoi sogni, cambiare il mondo si può. Anche una persona sola, anche tu, puoi.

Una persona può cambiare il mondo, se cambia se stessa.

#changetheworld  #coachyourlife Crea coaching & formazione #coaching ##coachyourbusiness #milano #firenze #bologna #genova #roma #catania #diventacoach #aicp #icf #wfc

Selfempowerment e leadership Il cammino dell’eroe

Angelo Storari

Crea coaching & Formazione

MENTAL TRAINING E GESTIONE DELLO STRESS

MENTAL TRAINING E GESTIONE DELLO STRESS

MENTAL TRAINING E GESTIONE DELLO STRESS (STRESS MANAGEMENT)

Il mental training ti fornisce strumenti concreti per utilizzare al meglio le tue potenzialità inespresse. Il tasso di efficacia nell’uso della nostra mente è stato calcolato attestarsi mediamente tra il 35 e il 45%.

Conoscere come influire sulla nostra energia, focalizzarla su ciò che riteniamo utile, modificare le “reazioni” depotenzianti e che sono in disequilibrio con il nostro essere, ci permette di ottenere risultati di successo nella vita, nello sport, nel business, nelle relazioni ed in ogni cosa che riteniamo importante per noi.

Le tecniche utilizzate durante i due giorni del seminario, permetteranno  a tutti i partecipanti di migliorare immediatamente le loro perfoRmance, fisiche e intellettuali !

Lo stress è un meccanismo di cui ci ha dotati l’evoluzione umana, un hardware di base votato alla vita e alla sicurezza. Come e quando decidere di attivarlo sono funzioni governate dalla mente, il software, su cui possiamo largamente intervenire a nostro vantaggio.

Creare nuove abitudini, nuove reazioni, nuovi atteggiamenti, più sani, funzionali a ciò che desideriamo, equivale a creare nuovi percorsi neuronali.

COSA PUOI FARE?

Tutto ciò avviene in noi ogni giorno, inconsapevolmente e spesso lentamente.

Il mental training ti fornisce le tecniche per fare tutto ciò velocemente e scegliendo ciò che ritieni opportuno per te.

Creare nuovi ancoraggi entrando nello stato di flow (flusso), detto anche esperienza ottimale o trance agonistica, è quello stato in cui si entra e non si avverte lo sforzo, la fatica e si ha la massima concentrazione e capacità, in uno stato di benessere che porta alla peak performance.

Se hai partecipato lascia un commento sull’esperienza vissuta, se non hai partecipato lascia un commento sull’argomento.