fbpx
COACHING E SUCCESSO

COACHING E SUCCESSO

VUOI SAPERE QUAL’E’ IL SEGRETO DEL SUCCESSO DEL COACHING (E NON SOLO)?

Lavoriamo con aziende, privati e organizzazioni che vogliono crescere, imparare, migliorarsi. Abbiamo formato almeno 200 coach professionisti eccellenti solo negli ultimi 4 anni. Forse non tutti saranno d’accordo su queste poche righe che vado a scrivere, in cui ti svelo quello che è il segreto del successo, che tu faccia il coach, il formatore o il venditore o il manager, imprenditore o qualsiasi altra cosa, dall’insegnante al gommista.

I GURU DELLA VENDITA

Oggi se navighi sui social, se vai su internet, ti sarà capitato come a noi, di essere sommerso da offerte di maghi, guru ed esperti di marketing, strategie commerciali, personal branding, lead generation, funnel, brand reputation e chi più ne ha più ne metta. Tutti ti danno la formula magica del successo, del guadagno, del trovare clienti ecc ecc. Sono modi ottimi di declinazione di una professione. Rispettabilissimo tutto ciò, nulla da eccepire, io faccio un passo indietro e mi chiedo quale verbo andiamo a declinare. Il successo…?

Successo: participio passato di succedere. Il segreto del successo è che chi ce la fa non si arrende mai.

CONSIDERAZIONE, TATTO E RISPETTO: AVERE UN’IDEA ED ESSERE COERENTI

Quello che non tutti ti diranno, che è uno dei segreti di pulcinella del successo, nostro di Crea Coaching & Formazione e del coaching etico, ma di qualsiasi lavoro è di crederci!

Credici, sii autentico in ciò, qualsiasi cosa tu stia facendo. Che sia il lavoro della tua vita o una cosa momentanea, credici! Tratta il tuo cliente con autentico rispetto, con tatto e considerazione. Non lo perderai mai più, anche se adesso non comprerà nulla da te. Sei qui per fare i cento metri piani o una maratona?

Se ti può aiutare, immagina come ti comporti con una farfalla tra le dita e tratta il tuo cliente in quel modo. Di seguito alcune parole d’ordine che ti potranno aiutare.

CREDICI!

AUTENTICITA!

CONSIDERAZIONE!

RISPETTO E TATTO!

Aggiungo per brevità, ma ti consiglio di leggerlo, i quattro accordi di Don Migue Ruiz.

SII IMPECCABILE CON LA PAROLA:  fai attenzione a come e cosa dici, una paroila usata male può essere un macigno, educa il tuo linguaggio e questo cambierà e indirizzerà diversamente e in positivo il tuo pensiero;

NON PRENDERE NULLA IN MODO PERSONALE:  nessuno parla a nessuno, stiamo tutti parlando a qualcosa o qualcun altro, anche se non te ne accorgi (di solito stiamo parlando a noi stessi, a delle parti di noi), parti dal presupposto che quando sei con una persona, una sola, invisibili ci sono presenti in quel momento, tante persone a cui ciascuno si sta rivolgendo;

NON SUPPORRE NULLA:  socraticamente, la sola cosa che puoi saper è di non sapere, non saprai mai nulla del tuo interlocutore, sarebbe già tanto se sapessi qualcosa di te stesso;

FAI SEMPRE DEL TUO MEGLIO: concedi a te stesso come agli altri, la possibilità di fare il “tuo” meglio, che contempla la possibilità dell’errore, del riconoscerlo e del migliorarsi.

Farfalla o bruco?

Angelo Storari

DIETE E COACHING

DIETE E COACHING

DIETE E COACHING, ECCO PERCHE’ DI SOLITO LE DIETE (NON) FUNZIONANO

Dieta e coaching? Il concetto è che se le diete funzionassero, saremmo quasi tutti magri, no? A febbraio, passate le feste, qualcuno comincia a pensare alla primavera e alle prime uscite, alle spiagge immininenti. Immancabilmente si torna a guardarsi allo specchio e si misurano i “rotolini”.
bene, vi sveliamo un segreto di pulcinella, perchè molti di voi già lo sanno:
le diete spesso non funzionano!

L’EVOLUZIONE DEL CERVELLO UMANO

Il motivo è molto molto semplice: la nostra mente è programmata per sopravvivere, non per vivere felici.
Da un punto di vista evolutivo, qualche migliaio di anni è nulla! Ed è solo da alcune centinaia di anni che l’essere umano non vive più nel pericolo (di non trovare cibo o di diventare la colazione di qualcun altro).
Ce lo spiega in questo bellissimo video di TED, la neuroscienziata Sandra Aamodt, con una lezione importante su come il nostro cervello regola il nostro corpo e il senso della fame, spiegando perché non solo la maggior parte delle diete non funziona, ma anzi è più probabile che faccia male. Ci suggerisce inoltre idee su come vivere intuitivamente una vita meno ossessionata dalla dieta. Negli Stati Uniti, l’80% delle ragazze è stato a dieta prima dei 10 anni.

 

Immaginatevi che volete abbellire la vostra casa, attaccando un quadro al muro. Chiodo e martello, cominciate a martellare. Ma il quadro non sta su e dovete continuare a martellare. Ancora, ancora e ancora, appena smettete, il quadro cade.
Lo fareste? Avrebbe senso?
Questo è il concetto tradizionale di dieta, continuare a martellare!

SE VOLETE ESSERE IN FORMA CANCELLATE IL CONCETTO DI DIETA DALLA VOSTRA MENTE

Dovete ingannare la vostra mente! Se perdete un sacco di peso, il vostro cervello reagisce come se stesse morendo di fame. In una ricerca alla Columbia University hanno scoperto che le persone che hanno perso il 10 per cento del loro peso corporeo bruciano 250-400 calorie in meno perché il loro metabolismo è soppresso. Cinque anni dopo una dieta, la maggior parte delle persone ha riguadagnato il peso. Il quaranta per cento di loro ne ha guadagnato anche di più. Se pensate a questo,il risultato tipico della dieta è che molto probabilmente, a lungo termine, guadagnerete peso piuttosto che perderlo.
Mangiate molto, molto spesso e ingannate la vostra mente dandovi qualcosa prima! Conoscete persone che fanno 10 euro di benzina alla volta? E’ illogico, consumano benzina 5 volte per andare al distributore in più, di chi fa 50 euro alla volta. Invece dovete fare proprio la cosa illogica.
Impegnate la vostra mente in attività nuove. Sapete che da studi statistici, la maggior parte delle persone è sempre leggermente disidratata?
Cambiare abitudini e stile di vita è la svolta e dovete, anche con il coaching, allenare uno stile di vita nuovo perchè si consolidi.

CHE FARE? CONSAPEVOLEZZA E COACHING

Capire i segnali del proprio corpo, mangiare quando avete fame e vi fermate quando siete pieni, perché un sacco di aumento di peso si riduce al mangiare quando non si ha fame.

Sedetevi a pasti regolari, senza distrazioni. Pensare a come il vostro corpo si sente quando iniziate a mangiare e quando vi fermate, e lasciate che la vostra fame decida quando dovete smettere.

Sviluppate la vostra creatività, ci sono decine di trucchetti che potete trovare! Io ad esempio ho messo via il servizio di piatti, fatto un bello scatolone e portato in cantina.
Perchè non ci rendiamo conto di quanto seguiamo i dettami delle mode. Negli anni ci hanno “imposto” piatti di dimensioni sempre più grandi. Perciò sono andato a cercare un servizio nuovo, con piatti piccoli.
Sembra una banalità, ma l’occhio attiva neurorecettori e un piatto gigantesco farà sembrare ciò che impiattate, piccolo piccolo, poco cibo.
Cambiate modo di fare la spesa. Prendetevi almeno mezz’ora in più del tempo che usate normalmente, solo per osservare con occhi nuovi.
Sicuramente ci sono un sacco di cibi che normalmente ignorate.
Ricordatevi che la disposizioni dei cibi nei negozi NON E’ CASUALE MA C’E’ DIETRO UNA STRATEGIA DI MERCHANDISING.

CAMBIATE ABITUDINI

Un dietista, un nutrizionista e un coach posso accompagnarvi e allenarvi al cambiamento, se lo volete veramente.

Angelo Storari
Team Crea

Bibliografia: “Il cervello affamato”– Come riconoscere i falsi stimoli del cervello e imparare a controllare la fame nervosa. Capire la nostra mente per mangiare meno.

Stephan Guyenet 2017, Newton Compton