CREA Blog

Idee, riflessioni e storie per la Tua evoluzione

Saper Divenire: la quarta competenza che ci aiuta nella crescita

by | Mar 28, 2022

Dopo aver parlato del Sapere, Saper Fare e Saper Essere, arriviamo alla quarta competenza fondamentale che un coach, e non solo, deve avere: Saper Divenire.

Questa competenza significa saper essere flessibile, essere in continua trasformazione, crescita ed evoluzione.

Soprattutto in un’era come quella in cui viviamo, dettata dalla velocità dei cambiamenti e l’esigenza di continua innovazione, viene richiesta una capacità di adattamento, flessibilità e rinnovamento che oggi fanno la differenza.

Il “Saper Divenire”

Più specificatamente è la sfera in cui la formazione continua, l’autoformazione, l’aggiornamento permanente e la ricerca diventano la base per coltivare, annaffiare e curare il Sapere a tutto tondo.

Non si tratta, infatti, di un insieme di compiti definiti e descritti, costanti nel tempo, connessi a ruoli, ma sempre più performance che cambiano e variano in funzione dei diversi ruoli, al proprio Evolvere allineato con il Saper Essere, che la persona si trova a vivere, connesso agli obiettivi/risultati personali e professionali.

Sapere, Saper Fare, Saper Essere e Saper Divenire, dunque, devono interagire tra di loro.

Il Saper Divenire corrisponde a modificabilità ed apertura, dimensioni che, mantenendo attiva la flessibilità personale promuovono auto osservazione e auto riflessività. Un saper divenire dinamico e finalizzato a “non affezionarsi” troppo a ciò che già si è, si sa e si sa fare.

In questa competenza fondamentale è, quindi, necessario incoraggiare e favorire l’introduzione ininterrotta di differenze, nuovi linguaggi, nuove prospettive attraverso due potenzialità: la creatività e la curiosità.

La creatività che genera la differenza
La creatività è il primo motore per il cambiamento, del pensiero non lineare per introdurre differenze ed attivare processi flessibili.

La curiosità come stimolo al divenire
Un ulteriore elemento sullo sfondo di tutto il processo è la curiosità, l’interesse di scoperta verso i progetti, i pensieri, le interpretazioni, le scelte fatte e ancor di più verso il “cosa pensa l’altro” del sentire, fare e pensare.

Noi della scuola di coaching CREA crediamo molto in questa competenza e proprio per questo non ti abbandoniamo dopo il diploma. Hai, infatti, diversi modi per stare con noi e continuare ad evolverti e crescere: la rifrequenza, strumento importantissimo per far sì che le competenze acquisite entrino ancora più nel profondo; il mentoring, quando avrai i tuoi primi clienti ecco che potrai essere seguito da un coach esperto, ed infine ricorda che tutti i nostri corsi ti daranno tantissime competenze utili, non solo nel coaching, ma anche nella vita.

0 Comments

LASCIA UN COMMENTO


Iscriviti alla newsletter e ricevi ogni settimana una pillola di coaching CREA. Inoltre ti invieremo gli inviti ai nostri, webinar gratuiti e ai corsi che attiveremo.

Inviando questo modulo accetto che i miei dati vengano salvati e trattati da CREA Sas di G. Magni & c. così come previsto dalla Privacy & Cookie Policy e dalla vigente normativa GDPR. Al fine di ricevere informazioni, notizie e newsletter, dalle quali potrò disiscrivermi in qualuque momento.

ARTICOLI CORRELATI

Come riconoscere un coach nella vita di tutti i giorni

Come riconoscere un coach nella vita di tutti i giorni

In questo articolo andremo a vedere assieme come riconoscere un coach nella vita di tutti i giorni.Perché è importante riuscire a farlo? Perché un coach può aiutarci a risolvere i nostri problemi, siapersonali che professionali, a migliorare la nostra vita in generale...

Il coaching nello sport

Il coaching nello sport

Il Coaching è una pratica che si sta diffondendo sempre di più anche nel mondo dello sport, dove prende il nome di Coaching Sportivo e rivolge l'attenzione verso tutte le situazioni inerenti alla motivazione, concentrazione, ansia da prestazione, miglioramento della...