CREA Blog

Idee, riflessioni e storie per la Tua evoluzione

Cos’è il Coaching Umanistico e perché è importante per te.

by | Jan 10, 2022

La scuola di coaching CREA, si ispira al pensiero del coaching umanistico, è un tipo di coaching che si concentra sullo sviluppo dell’intera persona. Il coaching umanistico è un processo in cui si può esplorare e approfondire la comprensione del proprio sé, acquisire consapevolezza di come si sente e pensa, imparare cosa ci motiva. In questo post del blog parleremo di cos’è il coaching umanistico e perché potrebbe essere importante per te.

Cos’è il coaching umanistico?

Il coaching umanistico è un tipo di coaching che si concentra sullo sviluppo dell’intera persona.

Cosa significa “sviluppo”? Sviluppo nel Coaching Umanistico significa che, attraverso la pratica quotidiana e la riflessione, i coach accompagnano i clienti ad approfondire la comprensione del proprio sé, ad acquisire consapevolezza di come si sentono e pensano, e ad imparare cosa li motiva.

Il processo può avvenire singolarmente o  in gruppo, ma è sempre fatto con l’intenzione di creare uno spazio sicuro per i clienti per esplorare se stessi e crescere. L’obiettivo è quello di sviluppare una comprensione più profonda di chi sono in modo da poter vivere la vita al massimo sentendosi a proprio agio nella propria Identità.

In un’epoca in cui molte persone lottano e cercano sostegno ad ogni costo, il coaching umanistico fornisce un approccio alternativo che favorisce l’intimità con gli altri senza sacrificare l’amore per se stessi o la cura di sé. Seguendo la filosofia di Socrate si parte dal concetto :” CONOSCI TE STESSO”

Perché il coaching umanistico può essere importante per te

Il coaching umanistico è l’arte di aiutare gli altri a scoprire e sviluppare il proprio potenziale (piuttosto che concentrarsi su come possono essere aiutati). Include un focus sullo sviluppo personale, la costruzione di relazioni e l’auto-realizzazione.

Il coaching umanistico è una parte importante della vita di molte persone. È una filosofia che esiste da tempo, un approccio al coaching che si concentra sull’intera persona in senso olistico, non solo sulla vita professionale.

Si potrebbe dire che il coaching umanistico riguarda la scoperta del tuo vero sé. Si tratta di capire come funziona la tua mente e cosa ti motiva. Puoi imparare di più su te stesso attraverso questo tipo di coaching che con quasi ogni altro metodo.

Per migliorare la tua vita grazie al Coaching Umanistico, ci sono due modi. Puoi rivolgerti a un coach certificato, oppure iscriverti alla nostra scuola di coaching e imparare ed allenare le tue “coaching skills”, in questo modo, oltre a diventare un coach professionista e certificato, potrai sfruttare quanto impari per migliorare la tua vita.

Conclusione

Il coaching umanistico può essere uno strumento incredibilmente potente per la crescita personale. È un approccio di coaching che enfatizza l’intera persona e la sua interezza. È un modo per dare la massima attenzione, cura e sostegno a coloro che vengono da voi per un aiuto. È un modo per aiutare gli altri a guardare se stessi in un modo nuovo, con occhi nuovi. Se stai cercando un modo per aiutare veramente te stesso e gli altri, il Coaching Umanistico fa per te e se lo abbini al metodo CREA coaching scoprirai quanto è concreto ed efficace.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.


Iscriviti alla newsletter e ricevi ogni settimana una pillola di coaching CREA. Inoltre ti invieremo gli inviti ai nostri, webinar gratuiti e ai corsi che attiveremo.

Inviando questo modulo accetto che i miei dati vengano salvati e trattati da CREA Sas di G. Magni & c. così come previsto dalla Privacy & Cookie Policy e dalla vigente normativa GDPR. Al fine di ricevere informazioni, notizie e newsletter, dalle quali potrò disiscrivermi in qualuque momento.

ARTICOLI CORRELATI

5 cose che non servono per diventare un Coach

5 cose che non servono per diventare un Coach

In questo articolo vogliamo sfatare alcuni falsi miti 1. Una laurea. Questo è un malinteso comune che impedisce a molte persone di acquisire una professione per il quale sono fatte. Quindi permettetemi di dirlo chiaramente: Non hai bisogno di una laurea per diventare...

Credenze limitanti: la differenza tra vincere e perdere

Credenze limitanti: la differenza tra vincere e perdere

Che cosa fa percepire a  una persona,  un  cliente,  un’azienda o una organizzazione essere un vincente che raggiunge con gioia gli obiettivi prefissati, piuttosto che un perdente che si sente vittima degli eventi e che vede allontanarsi la meta...